AC SERVICE FINANZIAMENTI


Vai ai contenuti

Mutui

  • Mutui Acquisto Casa
  • Mutui Liquidita'
  • Mutui CONSOLIDAMENTO
  • Mutuo Ri-CONSOLIDAMENTO
  • Mutuo per Acquisto TERRENO
  • Mutuo per Vendita Fra PARENTI
  • Mutui Costruttivi per Edilizia
  • Mutui Per Ristrutturazione
  • Soluzioni a tasso fisso, varibile, misto
  • Copertura fino 80 % del valore dell'immobile
  • Rimborsi personalizzati tra i 5 e i 40 anni
  • Gestione della pratica anche on line
  • Brevissimi tempi d'istruttoria
  • Possibilità di estinzione anticipata in qualsiasi momento
  • Operiamo In tutta Italia Presso il Vostro Notaio di Fiducia,
  • Garanzia di erogazione del mutuo


Il piano di rimborso del capitale più interessi, può avere cadenza mensile, trimestrale o semestrale, a tua scelta. L'erogazione avviene in pochissimi giorni dall'approvazione della pratica.

La durata di un mutuo non può essere inferiore ai 5 anni e superiore ai 40 anni. Gli elementi che caratterizzano questo rapporto giuridico sono: tasso (misura degli interessi), durata (periodo di tempo del rimborso stabilito contrattualmente), intervento (importo di mutuo richiesto), ipoteca (garanzia sull’immobile a favore del creditore in caso di insolvenza), erogazione (consegna dell’importo di mutuo richiesto), fideiussione (garanzia rilasciata da una terza persona).

I tassi di interesse presenti oggi sul mercato dei prodotti finanziari, ovvero il prezzo dell'uso del capitale chiesto in prestito può essere di vari tipi:


La AC SERVICE
ha trovato una serie di soluzioni mutuo vantaggiose per finanziare l'acquisto o la ristrutturazione della tua casa, sarai tu a scegliere importi, durate, tipologia di tasso e piani di rimborso e potrai in qualunque momento ricorrere all'estinzione anticipata.

Riusciamo in un momento così difficile AD EROGARE

MUTUI di Qualsiasi Tipologia in tutta ITALIA, Presso il Vostro Notaio di Fiducia,

Senza Rischio di venire bloccati per mancanza di fondi
.

Acquisto casa

Tasso Fisso:
legato all’indice finanziario Eurirs, consente di avere una rata predefinita, che rimarrà invariata per tutta la durata del mutuo indipendentemente dall’andamento dei mercati finanziari.
Il Mutuo a tasso fisso è ideale per chi, ricevendo un compenso fisso, non vuole incorrere nell’imprevisto della variazione di importo della rata.

Tasso Variabile:
legato all’indice finanziario
Euribor, consente di avere rate direttamente proporzionali all’andamento del mercato. Quindi se i tassi sono in salita la rata aumenterà, se contrariamente i tassi sono in discesa la rata diminuirà. Il mutuo a tasso variabile si rivolge a chi ha un reddito variabile e predilige un mutuo in linea con l’andamento delle condizioni di mercato.

Tasso Misto:
costituito da una componente a tasso fisso e una a tasso variabile, consente di abbinare le due quote a seconda delle varie esigenze.
Rata Costante: legato al tasso variabile ma con la particolarità di mantenere le rate costanti per tutta la durata del rimborso. Al termine del piano di ammortamento si provvede ad effettuare un adeguamento che inciderà sulla rata stessa, negativamente o positivamente, a seconda dell’andamento di mercato durante gli anni di rimborso. Il mutuo ‘Rata Costante’ è adatto a chi desidera un prodotto mutevole ma al tempo stesso sicuro e protetto.

La rata rappresenta una delle parti in cui viene divisa la quantità di interessi e di capitale dovuti, in ragione di intervalli determinati e uguali nel tempo: rate mensili, trimestrali, semestrali. Il puntuale pagamento della rata è un momento importante nella vita del mutuo, perché il ritardato o il mancato pagamento fa scattare l'applicazione degli "interessi di mora". Non solo: la banca può invocare come causa di risoluzione del contratto, il ritardato pagamento, quando questo si sia verificato almeno sette volte, anche non consecutive. Si ha "ritardato pagamento" quando una rata viene pagata tra il trentesimo e il centottantesimo giorno dalla scadenza della rata.

Graranzie per ottenere un mutuo: è necessario rilasciare delle garanzie e queste sono generalmente rappresentate dall'ipoteca e dalla fideussione.

L'Ipoteca viene accesa sul bene finanziato. L'iscrizione dell'ipoteca avviene per atto pubblico davanti al notaio e attribuisce alla banca finanziatrice la possibilità di rivalersi sul ricavato della vendita del bene stesso in caso di insolvenza. Oggetto dell'ipoteca possono essere soltanto i beni immobili, e attribuisce al creditore un diritto di prelazione sul recupero del debito, anche se la proprietà dell'immobile passa ad altri.
La fideussione è una garanzia aggiuntiva rilasciata da un soggetto diverso dal mutuatario, il quale si obbliga personalmente e completamente nei confronti del creditore.

Le spese necessarie per accedere ad un mutuo possono essere differenti a seconda del prodotto scelto, spese tipiche di un contratti di mutuo possono essere:

  • Spese di istruttoria, rappresentate dalla fase in cui la banca analizza la pratica di richiesta del mutuo, che analizza i meriti creditizi, spese ed eventuali impegni finanziari già a carico di chi richiede il mutuo, il costo può oscillare fra € 100,00 e lo 0.5% dell'importo erogato.
  • Imposta sostitutiva pari allo 0,25% del valore del mutuo erogato per l’acquisto della prima casa e pari al 2% per tutti gli altri tipi di acquisto.
  • Parcella notarile, comprensiva degli onorari del notaio, variabile a seconda della tipologia di atto e dell’ammontare dell’ipoteca.
  • Commissioni per incasso rate.
  • Spese peritali, in caso di perizia richiesta, variabili a seconda dell’istituto di credito.
  • Spese assicurative inerenti la polizza incendio e scoppio (obbligatoria) ed eventuali altre polizze personali come la polizza vita.
  • Spese di estinzione anticipata, che può avvenire sia totalmente sia parzialmente a seguito del pagamento di una penale variabile dallo 0% al 3% a seconda dell’istituto di credito e da quanto previsto nel contratto di mutuo.
  • Interessi di mora previsti come penale a seguito di un ritardato pagamento della rata.


Come ottenere un mutuo:
Requisiti minimi: La fase delicata quando si chiede un mutuo è rappresentata dall'istruttoria della pratica, dove la banca dopo aver svolto un'analisi decide se concedere il prestito. I punti cardine nella valutazione del richiedente sono i seguenti:
- Il reddito netto del richiedente e dei suoi familiari desunto dalla dichiarazione dei redditi;
- Il valore dell'immobile oggetto del finanziamento;
- La presenza di garanzie supplementari prestate da terzi (fideiussione, pegno).

Effettuata un'analisi completa dei dati elencati, la banca è in grado di esprimere un proprio "parere di fattibilità" che, se positivo, dà l'avvio alla fase successiva consistente nella richiesta della documentazione. Uno dei principali elementi utilizzati dalla banca per determinare l'importo del mutuo è il cosiddetto rapporto
"rata/reddito": generalmente, secondo gli istituti di credito, l’impegno finanziario dell’eventuale rata non deve superare un terzo del reddito netto mensile complessivo dei richiedenti.

Documentazione presentata da tutti i soggetti che richiedono un mutuo:

  • Fotocopia carta d’identità
  • Fotocopia codice fiscale
  • Certificato contestuale (unico certificato che raggruppa le seguenti informazioni: residenza, cittadinanza, stato civile, esistenza in vita e anagrafico di nascita)
  • Estratto per sunto di matrimonio
  • Nell’ipotesi di persone divorziate o separate: sentenza di separazione ed eventualmente atto di divorzio
  • Nell’ipotesi di cittadini extracomunitari: permesso di soggiorno in corso di validità
  • Fotocopia della proposta d’acquisto accettata o preliminare di compravendita
  • Planimetria e scheda catastale
  • Fotocopia atto di provenienza e nota di trascrizione
  • Variazioni catastali
  • Documentazione presentata dai lavoratori dipendenti che chiedono il mutuo
  • Fotocopia ultime 3 buste paga
  • Modello CUD (o mod. 730)
  • Stato di servizio lavorativo (lettera del datore di lavoro su carta intestata e firmata dallo stesso che attesti la data di assunzione, la mansione lavorativa, l’inquadramento e l’eventuale durata del contratto)
  • Documentazione presentata dai lavoratori autonomi/liberi profesisonisti:
  • Modello Unico degli ultimi 2 anni
  • Fotocopia iscrizione camera di commercio
  • Nel caso di professionisti: attestato di iscrizione all’Albo professionale di appartenenza
  • Nel caso di Società: atto costitutivo
  • Movimentazione bancaria
  • Bilancio


NB. In fase di stipula dell’atto, le parti contraenti dovranno essere munite di carta di identità e codice fiscale

Mutuo per acquisto di un immobile:
è quello più frequente. Il mutuo può essere richiesto per l'acquisto di un immobile qualsiasi (prima casa, casa di villeggiatura, mura di un negozio ecc. ecc.). Di norma non è finanziato l'acquisto dei terreni edilizi. L'acquisto di terreni agricoli può essere finanziato da Banche ed Istituti specializzati nel Credito Agrario. Solitamente il bene ipotecato è quello che il mutuatario intende acquistare.

Mutuo per costruzione di un immobile:
il mutuo è erogato per la costruzione di un immobile su terreno di proprietà del mutuatario (salvo particolari casi di edilizia economica e popolare, nei quali il terreno è di proprietà del Comune che lo concede in diritto di superficie ). L'ipoteca può essere iscritta sul terreno ed il mutuo viene erogato mano a mano che i lavori di costruzione proseguono. Tale formula si chiama "mutuo a stato avanzamento lavori" .

Mutuo per liquidità:
si tratta di un mutuo concesso per le motivazioni più disparate (il mutuatario ad esempio può voler comprare un motoscafo). Nonostante sia un prodotto che le Banche dovrebbero mettere a disposizione, essendo molto rischioso (il 90% delle insolvenze riguarda i mutui per liquidità), è erogato molto raramente ed esclusivamente ad una clientela particolarmente fidata.

Mutuo per ristrutturare la casa:
Il mutuo può essere richiesto non solo per l'acquisto di un'immobile ma anche per la sua ristrutturazione; In molti casi infatti, per rinnovare la propria casa occorre sostenere ingenti spese, alle quali si può far fronte attraverso la scelta di un prodotto-mutuo. Per inoltrare una richiesta di mutuo per ristrutturazione occorrerà produrre, in aggiunta alla documentazione per l’acquisto dell’immobile:

  • preventivo delle spese, relativamente alla manutenzione ordinaria o piccole opere
  • preventivo delle spese, unitamente all’autorizzazione comunale, nel caso di manutenzione straordinaria (che prevede vere e proprie modifiche nella struttura dell’edificio)
  • DIA
  • SUPER DIA

Home Page | Servizi | Cessione del V | Prestito Personale | Prestito Pensionati | Mutui | Surroga Mutui | Leasing | Prestito Cambializzato | Riabilitazione Protestati | Guida Prestito Personale | FAQ | Contatti | Lavora con Noi | AREA RISERVATA | Impianti Fotovoltaici | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu