AC SERVICE FINANZIAMENTI


Vai ai contenuti

TECNOLOGIA

Impianti Fotovoltaici

Tecnologia

Per energia solare si intende l'energia, termica o elettrica, prodotta sfruttando direttamente l'energia irraggiata dal Sole (fonte rinnovabile) verso la Terra. In qualsiasi momento il Sole trasmette sull'orbita terrestre 1367 watt per m². Tenendo conto del fatto che la Terra è una sfera che oltretutto ruota, l'irraggiamento solare medio è, alle latitudini europee di circa 200 watt/m². Moltiplicando questa potenza media per metro quadro per la superficie dell'emisfero terrestre istante per istante esposto al sole si ottiene una potenza maggiore di 50 milioni di GW (un GW - gigawatt - è circa la potenza media di una grande centrale elettrica).

La quantità di energia solare che arriva sul suolo terrestre è quindi enorme, circa diecimila volte superiore a tutta l'energia usata dall'umanità nel suo complesso, ma poco concentrata, nel senso che è necessario raccogliere energia da aree molto vaste per averne quantità significative. Fino a poco tempo fa era piuttosto difficile convertire l'energia solare in energia elettrica con efficienze accettabili, e dato il costo elevato dei prodotti necassari per il suo sfruttamento il costo di detta energia restava decisamente superiore a quello associato ai metodi tradizionali come le fonti fossili o il nucleare.

Recentemente pero', il forte sviluppo delle tecnologie fotovoltaiche e il contemporaneo aumento dei prezzi dei combustibili tradizionali hanno reso competitiva l'energia solare. Inoltre, la consapevolezza degli effetti negativi del riscaldamento globale ha spinto vari governi, tra cui quello italiano, a sostenere in modo attivo la crescita del settore.

Questo sito ti aiuta a capire gli elementi fondamentali della tecnologia solare fotovoltaica, nonche' gli incentivi statali in conto energia che fanno si che un impianto fotovoltaico s
ia di fatto uno degli investimenti piu' sicuri e redditizi dei prossimi 20 anni.

IMPIANTI FOTOVOLTAICI GRID-CONNECTED

Gli impianti collegati alla rete lavorano in regime di interscambio con la rete elettrica. Tali impianti sono utilizzabili quando la produzione di energia elettrica da fonte convenzionale è costosa oppure, piu' frequentemente, in situazioni nelle quali l'utilizzo di fonti alternative e' sostenuto da incentivi statali quali il conto energia. Tipiche applicazioni riguardano la generazione diffusa mediante piccoli e impianti collegati alla rete elettrica di distribuzione in bassa tensione, come i sistemi fotovoltaici integrati negli edifici residenziali, nei capannoni industriali o nelle strutture agricole. Non meno importanti sono le applicazioni costituite da impianti di media-grossa taglia fino alle vere e proprie centrali di generazione di energia elettrica collegate alla rete.

Il regime di interscambio con la rete elettrica locale fa si che, nelle ore di luce l’utenza consuma l’energia elettrica prodotta dal proprio impianto solare, mentre in assenza di luce o in condizioni di carich temporanei elevati, si approvvigiona dalla rete elettrica che dell’energia elettrica necessaria. Se l'impianto produce piu' energia elettrica di quella richiesta le eccedenze vengono trasferite alla rete elettrica locale.

Come funzionano gli impianti fotovoltaici

Il funzionamento di un impianto fotovoltaico connesso in rete e' spiegato in dettaglio qua sotto, evidenziandone i principali processi/componenti:

  • I pannelli solari (tecnicamente moduli fotovoltaici), esposti al sole, producono corrente elettrica in forma continua.
  • L’inverter trasforma la corrente “fotovoltaica” da continua ad alternata.
  • Il Conto Energia prevede l’installazione di un contatore che misura tutta l’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico, pagata con una tariffa molto interessante.
  • La corrente entra nella rete elettrica dell’utente e viene assorbita prima di tutto dalle normali apparecchiature elettriche (elettrodomestici, impianto di illuminazione, ecc.).
  • Nel caso in cui l'impianto solare produca più corrente di quella che serve in quel momento, il surplus entra nella rete del distributore di energia elettrica locale e viene misurato da un secondo contatore dedicato proprio a conteggiare la corrente prodotta dall’impianto e non utilizzata.
  • Quando l’impianto non produce (di notte) o produce poco (brutto tempo) o la corrente richiesta dall’utenza è maggiore di quella che può essere fornita in quel momento dall’impianto solare, si utilizza la corrente del distributore. A fine anno si effettua il conguaglio.




Home Page | Servizi | Cessione del V | Prestito Personale | Prestito Pensionati | Mutui | Surroga Mutui | Leasing | Prestito Cambializzato | Riabilitazione Protestati | Guida Prestito Personale | FAQ | Contatti | Lavora con Noi | AREA RISERVATA | Impianti Fotovoltaici | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu